Ankara, sistema e generazioni: positività made in Turkey

Nel Mondo
Ankara, Aprile 2021

Dalla Capitale della Turchia, centro nevralgico di politiche che rimbombano in Europa, arrivano notizie che affievoliscono gli impulsi ad un progressismo ed una cooperazione internazionali.
Le tensioni ai confini della Repubblica risuonano, ultimamente, in episodi più o meno chiacchierati che interessano le Istituzioni cittadine in contraddizione (ma spesso, celatamente, in connivenza) ai lati ambigui dell’Eurocentrismo solidale e globalizzante.
E’ in un momento in cui (dis)umanità, guerra e maschilismo fanno gossip in Italia, che ci è parso stimolante alimentare una discussione con il coordinatore del volontariato internazionale di un’associazione che in Ankara pare proprio riuscire in attività e progetti di cui troppo poco si parla, riferendosi al quotidiano della metropoli turca.

System and Generation…

Jacopo Cimmino ci parla di passione per il sociale e lavoro che in S&G (System and Generation) confluiscono attivamente: essa è infatti una realtà che opera nei campi dell’accoglienza, della prevenzione all’emarginazione sociale, del sostegno, dell’educazione non-formale, del volontariato internazionale, ma soprattutto realizza molte delle sue attività puntando equilibratamente su assi di progettazione Europei e su agreements con Istituzioni ed Enti Locali.

Nata nel 2008 per volere di un’attivista locale, tutt’ora Presidente formale della associazione, Gurkan Akcaer,
S&G ottiene, qualche tempo dopo, riconoscimenti quali l’ESC Accreditation, da parte dell’Agenzia Nazionale Turca e l’Eurodesk Network Prize, tra gli altri, dimostrando slancio e motivazione rispetto alla mediazione in Europa caldeggiata dalle scelte Istituzionali del tempo.

Proprio a seguito di uno dei suoi progetti di interscambio e di volontariato sociale nel 2017, i coordinatori principali di S&G diventano Jacopo Cimmino ed Esmeralda Kashari, con i quali siamo piacevolmente in contatto da diversi mesi, potendo così osservare a distanza ravvicinata le loro iniziative e collaborazioni.

Futuro…presente!

Il malcontento condiviso per gli ostacoli che il mondo del sociale sta affrontando nell’ultimo anno, non scalfisce la solarità di Jacopo che accetta volentieri di parlarci; una delle principali mission dell’Associazione, prevede la massima inclusione possibile della società civile locale, ora avvalorata da progetti Webinar che puntano alla sensibilizzazione specifica di critiche tematiche contemporanee (v. We have a dream: 24 challenges in tema di giustizia sociale) come da FlashMob digitali (v. Gender Based Stereotypes) e, non ultimi, da videogames e giochi di ruolo a fini educativi (v. Craft the Camp Role-Play).

Molte attività in presenza si sono dovute trasferire online aumentando, però, le possibilità di partecipazione ed interscambio, notiamo assieme a Jacopo, aggiungendosi a progetti che rivelavano il proprio potenziale sul web come l’interattivo Youth Telegraph: letteralmente “il Telegrafo della Gioventù”…

…è, comunque, ciò che riesce a valicare paure e distanze che provoca positive reazioni nella Comunità:
attività mutuali e spontanee di pulizia degli spazi verdi pubblici di Ankara (v. Green Heroes Volunteers ),
(graditissimi) interscambi culturali focalizzati sulle eterogenee tradizioni culinarie della Città (v. Taste the Language) e su conversazioni in lingua Inglese (v. S&G Club) che trasformano gli spazi associativi in luoghi di incontro stimolanti e produttivi.

In Ankara, per Ankara

Sono le collaborazioni in Città che puntano alla tutela di problematiche particolarmentre sensibili, quelle che caratterizzano S&G per sinergia territoriale e continuità d’azione: partneariati con centri di Accoglienza e di Assistenza a fasce sensibili della popolazione (l’ultimo in ordine temporale, quello siglato con Dunya Evimiz di “Earth Is Home”,
che combatte l’emarginazione sociale, la violenza di genere, l’oppressione e la persecuzione ideologiche e spirituali);
raccolte di beni di vario tipo, come quella promossa in occasione della festività del Bayram avente ad oggetto donazioni e messa a nuovo di giochi ed oggetti di intrattenimento per bambini e ragazzi (intitolata “Toy Stories”);
attività sportive votate all’inclusione ed all’educazione motoria e comportamentale, in cooperazione con centri sportivi del luogo (v. FairPlay 4 inclusion); opportunità peculiari come quella investita da una crescente attività solidale
in un “Dog Shelter” di Yavrucuk – Ankara che allarga la sensibilità dell’Associazione alla tutela dei diritti degli animali (v. S&G for animal protection)…

Un buon lavoro

… molte altre attività e progettualità sono attive e consultabili sui canali social di System and Generation
e Jacopo ci parla di ognuna di esse con dedizione e positività esemplari.
Approfittiamo di tale alchimia per allungargli qualche curiosità sulla recente uscita della Turchia
dalla convenzione di Instanbul, sui fatti di cronaca rimbalzanti tra i notiziari Europei e sulle possibili percezioni di tensione in Metropoli:la domanda non smorza il suo atteggiamento neutrale e propositivo, che ci conferma come, al di là di giochi di forza filopolitici ed indirizzi ideologici, le tematiche del sociale, in particolare riguardanti la tutela della integrità esistenziale della donna, riflettono un presente storico costantemente problematico ed ostativo
il cui conservatorismo è, in realtà, lo stimolo a proseguire il viaggio, il lavoro e le opere quotidiane della sua adorata Associazione, la quale rappresenta, a nostro avviso, lo spirito pulsante delle future e presenti generazioni Turche.

Ed è a proposito di Instanbul che l’esplosivo Jacopo non manca di ricordarci un altro stimolante progetto di conoscenza, scambio e gioco di ruolo sensibilizzante, a scopo educativo ed empatico, sui difficili cammini di rifugiati, dai confini della Turchia: The Journey, Instanbul.

Jacopo, Esmeralda, S&G…buon lavoro da IlMigrante.org!