Più di 1 milione e centomila cittadini venzuelani si troverebbero in Colombia

Notizie

Bogotá, 19 dicembre – Più di un milione e centomila cittadini venezuelani si trovano all’interno del territorio nazionale, secondo il Direttore Generale di Migracion Colombia, Christian Krüger Sarmiento.

Secondo l’ultimo rapporto di Migracion Colombia del mese di ottobre, la presenza dei venezuelani è aumentata del 7% di cui il 57% – vale a dire più di 633 mila persone – si trovano in situazione di regolarità, mentre il 16% sarebbe in fase di regolarizzazione.

“Come governo, abbiamo lavorato per identificare la popolazione venezuelana che si trova all’interno del territorio nazionale. L’idea di rendere più flessibile la normativa non è solo per facilitare la mobilità, ma anche per ridurre l’irregolarità e aumentare la sicurezza. Ci auguriamo che entro il 21 dicembre, data in cui si chiuderà il processo di emissione del PEP-RAMV, oltre il 70% dei venezuelani presenti in Colombia si trovino in situazione di regolarità. Tutto ciò ci permetterà di proteggere il nostro Paese in termini di sicurezza e allo stesso tempo ci aiuterà a tutelare i diritti dei migranti che spesso, a causa del loro status irregolare, sono sfruttati dalla forza lavoro “, ha affermato il Direttore Generale della Migrazione Colombia.”

Per quanto riguarda la collocazione della popolazione venezuelana all’interno del territorio nazionale, il capo dell’autorità migratoria colombiana ha dichiarato che a Bogotá è presente la maggior parte delle persone, circa 255mila.

“Il fenomeno della migrazione venezuelana non è limitato solo alle popolazioni di frontiera. Questa popolazione, che migra non per piacere, ma per obbligo, in fuga dalla dittatura Venezuelana, è arrivata, praticamente, in tutti gli angoli del territorio nazionale. Le comunità e il governo nazionale hanno teso loro una mano per aiutare una popolazione che ha bisogno di aiuto. Tuttavia, la sfida ora è passare da una fase umanitaria a una fase di integrazione, una fase che ci consente di collegare questa popolazione alla vita produttiva del nostro paese”, ha detto Krüger Sarmiento.

Contestualmente il Direttore Generale della Migracion Colombia ha assicurato che, dopo la riapertura dell’emissione della Border Mobility Card – TMF il 27 novembre, oltre 550mila cittadini venezuelani ne hanno beneficiato, riducendo così significativamente il transito irregolare nelle zona di frontiera.

[Fonte: MIGRACION – 19 dicembre 2018]

Lascia un commento